0585 787963

Domani sera al Teatro Garibaldi il fisarmonicista Richard Galliano &  Ensemble Symphony Orchestra.

Principale artefice del rilancio a tutto campo della fisarmonica quale strumento dalle innumerevoli capacità espressive, Richard Galliano è da molti definito l’erede diretto di Astor Piazzolla.

Il musicista jazz francese ha iniziato a suonare la fisarmonica a quattro anni, sotto la guida del padre, un fisarmonicista di origine italiana.

Affascinato dal mondo del Jazz, che scopre in giovane età, Galliano, dopo aver approfondito sotto la guida del maestro Claude Noel lo studio dei percorsi dei grandi fisarmonicisti italiani e americani, ha ricoperto per tre anni il ruolo di direttore, arrangiatore e compositore per l’orchestra di Claude Nougaro. Il successivo incontro con Astor Piazzola lo porta a riscoprire  le sue origini francesi e il New Musette, come Piazzola aveva fatto con il Tango Nuevo. Richard Galliano è riuscito a sintetizzare con uno stile inconfondibile  tutte queste esperienze in una nuova musica, fatta di jazz e di altre tradizioni filtrate dalla sua personalità.

Per offrire al suo pubblico la musica che lo ha reso famoso in tutto il mondo, il talento mondiale della fisarmonica sarà accompagnato dagli strumenti ad arco della Ensemble Symphony Orchestra. Lo spettacolo proporrà atmosfere francesi, tango argentino, melodie mediterranee e ritmi brasiliani. Dalle ballads a echi di valzer passando dal tango Nuevo di Piazzolla e dei grandi compositori argentini, Galliano e gli archi della Ensamble Simphony Orchestra si esibiranno  in quello che sicuramente sarà un concerto da ricordare.

Venerdì 16 giugno, Nuova Sala Garibaldi, Via Verdi 10, Carrara –

Concerto  a cura di IMM/CarraraFiere. Organizzatore: Orchestra Massa-Carrara

 

WHITE CARRARA DOWNTOWN:  SOLD OUT IL CONCERTO DI ALLEVI ALLE CAVE IN PROGRAMMA SABATO 17

Grande successo per il noto compositore, direttore d’orchestra e pianista in occasione del suo ritorno a Carrara nel suggestivo scenario delle cave.

Sono già tutti venduti  i 1.092 posti che saranno allestiti in località Tarnone alla cava Lazzareschi  (zona Cava Romana) per assistere al concerto di Giovanni Allevi, a dimostrazione del grande apprezzamento riscosso dal musicista, oltre che dal fascino esercitato sul pubblico dalla prospettiva di un suo concerto nella suggestiva cornice delle cave apuane.

Giovanni Allevi ha da poco festeggiato il traguardo dei primi 25 anni di carriera con una serie di concerti esclusivi con l’Orchestra Sinfonica Italiana, che dirigerà nel concerto del 17 giugno per la gioia di tutti gli amanti del genere. Abbiamo chiesto ad Allevi, artista fuori dagli schemi, amatissimo da pubblico, come vive la sua musica e il ritorno nella nostra città.

Giovanni, qual è il messaggio che vuoi diffondere con la tua musica?
– I messaggi sono innumerevoli: la mia esperienza artistica vuol significare che non esiste solo il pop. E’ infatti possibile che la musica si esprima in totale libertà attraverso forme più complesse, svincolata dalla logica dei numeri e del consenso, che tutto oggi tende ad appiattire. La mia musica apre anche la strada a tutti i folli, gli incompresi, i ribelli che vogliano intraprenderla.

Sei felice di tornare a Carrara?
– Sono sempre molto felice di tornare a Carrara, un luogo laborioso, carico di storia e di energia, soprattutto di bellezza.

Che rapporto hai con il Marmo?
– Ho avuto la fortuna di dirigere la mia musica sinfonica nella cornice aliena di una cava sul Monte Altissimo. Oltre l’immensa poesia del paesaggio, ciò che mi ha fatto riflettere è il duro lavoro che i minatori affrontano giornalmente, per regalare al mondo distillati di bellezza.

Quali sono i progetti sui quali sei impegnato nel 2017?
– Sto vivendo questi mesi nel silenzio e nell’isolamento, immerso nella composizione musicale e nella corsa. Ma sento imminente un nuovo incontro con il pubblico, ed il tour in Giappone, esperienze che scuotono la mia anima di tormento e gioia.

 

PROSEGUONO LE MOLTEPLICI INIZIATIVE CHE RENDONO VIVA E PIENA D’ARTE LA CITTÀ

White Carrara Downtown: A spasso con l’Arte, visite in Accademia e il ritorno sabato in Piazza Alberica degli artisti di strada

 Proseguono ancora nella serata di domani e nel weekend i percorsi accompagnati da musica e voce narrante per scoprire il passato storico di Carrara di “A Spasso con l’Arte” curati dall’Associazione Culturale La Formica: venerdì 16 partenza alle 20.30 da Piazza Accademia con la voce narrante di Davide Lambruschi che parlerà di “Arte, Storia e devozione popolare nel centro storico di Carrara”. Sabato 17 partenza alle ore 18.00 dall’info point San Martino con Marzia Dati che racconterà gli “Inglesi e Americani a Carrara nell’Ottocento”. Domenica ultimo appuntamento con l’interessante iniziativa con Luca Borghini che illustrerà la  “Carrara Ottocentesca  e il commercio del marmo”.

Per partecipare ai tour, che sono gratuiti, è sufficiente presentarsi al punto di partenza indicato.

Bel programma per domani e sabato anche per le visite guidate all’Accademia di Belle Arti che prevede per domani dalle 18.30 alle 20.00 “Alla scoperta dell’Accademia” e per sabato dalle 20.30 alle 22.30 “Nighty Accademia” , visita in notturna con Corrado Lattanzi.

Le visite sono gratuite ma  è richiesta la prenotazione collegandosi al sito:  www.eventbrite.it/o/associazione-amici-dellaccademia-di-belle-arti-di-carrara-onlus-13758770903

Sabato sera in Piazza Alberica per la gioia di bambini e famiglie spettacolo di artisti di strada a cura di CheIdea, mentre proseguono fino al 18 i  Sight and Seeing tour” a cura di

Il Tau Tour Operator, per scoprire le unicità di Carrara; ampia possibilità di scelta rispetto alle varie destinazioni grazie al biglietto con validità 10 ore e alle navette in partenza ogni 40 minuti per: Centro Storico di Carrara e i suoi segreti,  Cava Romana, Cava Michelangelo, Colonnata e le larderie. Possibilità di effettuare anche una visita in fuoristrada in una  cava in galleria.

Commenti recenti

    -->